Al via una vendemmia ricca di novità

NEWS & EVENTI

Con la raccolta dei primi grappoli di Sauvignon Blanc ieri abbiamo dato il via alla nostra vendemmia 2016.

La raccolta quest’anno è iniziata con 5 giorni di ritardo rispetto al 2015 ma, come l’anno passato, promette risultati interessanti. Le stagioni che si sono susseguite sono state infatti caratterizzate da un clima abbastanza regolare: l’inverno non ha fatto registrare freddi e precipitazioni eccezionali, la primavera mite ha regalato il giusto apporto di acqua alla terra mentre l’estate è stata calda senza però risultare torrida.

Tutto ciò ha fatto sì che le piante crescessero con continuità, compiendo nei tempi corretti e al meglio tutte le fasi vegetative; determinante è stato poi il continuo monitoraggio dei nostri vigneti, possibile grazie all’adozione di un sistema distribuito che, avvalendosi di una stazione GPRS e di una rete di unità wireless collocate lungo i filari, permette di rilevare in modo reale e puntuale alcuni dei più importanti parametri quali ad esempio temperatura, umidità, bagnatura fogliare. L’analisi di tali dati ci ha consentito di stilare e aggiornare un’agenda fenologica (andamento del ciclo vegeto-produttivo della vite) e formulare ipotesi sul possibile sviluppo di patogeni, con conseguente adozione di un’agenda dei trattamenti, eseguiti solamente se necessario; il lavoro attento di mani capaci ha infine permesso alle piante di concentrare le forze in pochi ma selezionatissimi grappoli.

Un impegno quello della continua ricerca della qualità che proseguirà anche in fase di raccolta: da quest’anno, infatti, a supportare la nostra lunga esperienza ci sarà un selezionatore ottico, una macchina che – dopo aver diraspato i grappoli – è in grado scegliere gli acini d’uva migliori, eliminando tramite dei soffi d’aria compressa quelli non completamente maturi o imperfetti. Un ulteriore esempio, questo, di come sia importante integrare sempre più l’utilizzo della tecnologia ad un lavoro ricco di tradizione ed esperienza come il nostro.

Il fermento che caratterizzerà la vendemmia 2016 porterà con sé anche un’altra novità, questa volta rivolta ai nostri clienti. A partire da ottobre, infatti, sarà possibile vivere esperienze uniche grazie ad un programma a loro dedicato, Umberto Cesari Wine Club. Un esclusivo club che ha come obiettivo principale quello di mettere i nostri clienti al centro di ogni esperienza, dando così l’opportunità di entrare ancor più in contatto con la nostra azienda, di scoprire il nostro mondo, di conoscere e degustare i nostri vini in un modo nuovo. Tra le attività proposte, da svolgere presso la nostra sede, troviamo per esempio l’opportunità di partecipare ad un picnic in vigna, di seguire un corso di avvicinamento al vino tenuto da un sommelier professionista e di prendere parte a degustazioni verticali di alcuni dei nostri vini più longevi nel cuore della nostra bottaia.