Umberto Cesari Art Contest

NEWS & EVENTI

Il mondo del vino e quello dell’arte s’incontrano in un contest dedicato ai giovani artisti.

Il progetto MOMA è nato dal desiderio di Umberto Cesari di legare due mondi apparentemente lontani: il vino e l’arte. Già nella scelta del nome, acronimo di My Own MAsterpiece (il mio capolavoro), si è voluto giocare sul duplice riferimento che può avere la parola capolavoro: il vino e il dipinto riprodotto in etichetta. All’inizio, infatti, l’azienda ha voluto fare un omaggio al Maestro Giorgio Morandi scegliendo Le Bagnanti come immagine rappresentativa. Da qui l’idea di dedicare questo spazio ad artisti emergenti creando un concorso intitolato Umberto Cesari Art Contest, oggi giunto alla sua seconda edizione.

Highlights 2° edizione

  • 75 le opere partecipanti
  • 4500 i voti ricevuti
  • 2 giurie coinvolte
  • 6 opere finaliste
  • 3 Scuole d’Arte coinvolte

Quattro vini e un’etichetta per un’occasione unica: vedere la propria opera stampata sulla linea dei vini MOMA, questa l’idea alla base dell’Umberto Cesari Art Contest, il concorso nato nel 2011 dedicato ai talenti emergenti. Per la prima edizione Umberto Cesari si è rivolto alle scuole d’arte del territorio coinvolgendo l’Accademia di Bologna e di Ravenna. La seconda edizione ha avuto un respiro più internazionale e ha visto nascere una collaborazione con le Accademie di belle Arti di Venezia, Urbino e UQAM – l’Université du Québec à Montréal. Dopo una selezione delle opere presentate fatta da 2 le giurie di esperti (una italiana e una canadese), 5 le opere arrivate in finale sono state votate dagli utenti della rete. Futurwine di Donatella Carollo, è stata l’opera vincitrice, incoronata all’interno delle magnifiche sale dell’Hotel Majestic Già Baglioni di Bologna e presentata in occasione di Vinitaly 2015